Privacy Policy

Alevè: il respiro del bosco antico

quanto siete disposti a camminare in montagna per sentire il respiro di un bosco antico?

In Valle Varaita c'è il bosco dell’Alevè, la cembreta più grande d'Italia, e questo lo trovate già appena lasciato il parcheggio. Salite un paio d'ore, con calma, in direzione del lago Bagnur e avrete un assaggio della sua bellezza.

Ristoratevi al lago, ammirate la sua lenta trasformazione in torbiera e poi proseguite un'altra oretta nel vallone che sovrasta il lago. E' il vallone del Duc, impervio, aspro e selvaggio.

Non è per tutti il vallone del Duc. Il sentiero si perde poco sopra il lago e si resta frastornati ma è così che va visto: senza traccia, ascoltando il respiro del bosco. Questo lembo di natura è un unicum, si sente la vetustà, mette soggezione, si è piccoli, estranei.

Quale posto occupa l’umano in quest’ordine gerarchico fatto di piante giovani dal bel portamento, monumenti ultracentenari forgiati dagli eventi, ceppaie in disfacimento, pietre, licheni, grandi massi, sottobosco e ricca fauna? Nessun posto attivo se non quello di lasciarlo com’è.

Adesso che avete goduto di questa natura selvaggia, non siate avari con voi stessi proseguite, risalite il vallone fino al colle del Duc e chiudete il giro attraverso il passo di San Chiaffredo e il vallone di Vallanta

vai alla gallery immagini ...

twittergoogle_plustwittergoogle_plusby feather
This entry was posted in wilderness and tagged , , , , , , , .